Come controllare l’ansia

Ognuno di noi davanti a prove difficili della vita prova un senso di ansia ed agitazione. Ci sono in natura persone più calme e razionali e persone invece più predisposte agli stati ansiosi. Per queste ultime anche un semplice appuntamento può risvegliare l’ansia.

Ma come si manifesta l’ansia? Ci sono varie forme: aumento del battito cardiaco, aumento della sudorazione, alterazione della pressione sanguigna. In quest’ultimo caso alcuni soggetti sentono vampate di calore, altri invece brividi di freddo intensi, anche nei mesi estivi.

In certi casi le estremità del corpo cominciano a diventare quasi violacee per la scarsa circolazione sanguigna. Insomma è un problema dai risvolti negativi per chi ne soffre e può limitare di parecchio le normali attività quotidiane. Eccovi alcuni consigli per riuscire a superarla o almeno attenuarla. Non dimenticate che nei casi più gravi è opportuno rivolgersi ad uno specialista che potrà sicuramente riuscire a valutare meglio la situazione.

Come controllare l’ansia

L’ansia si manifesta dinanzi a momenti più o meno importanti della nostra vita e può essere associata sia a qualcosa di positivo che a qualcosa di negativo. Può essere un colloquio di lavoro, il primo esame universitario, il primo viaggio da soli, un appuntamento importante: tutto può provocare in noi quello stato emotivo tipico dell’ansia.

Ma come è possibile controllare l’ansia?

Tradizionalmente abbiamo sempre pensato che mantenere la calma, dire a noi stessi che non c’è bisogno di essere ansiosi, potesse aiutarci. Tuttavia recenti studi hanno mostrato il contrario. Infatti restare calmi e cercare di ridurre l’ansia non farebbe altro che farci concentrare ancora di più sulla prova che stiamo per affrontare, aumentando il nostro stato emotivo.

Sarebbe invece opportuno caricarci ancora di più. Ovvero concentrarci in maniera intensa su quello che dobbiamo fare, rafforzare in noi stessi la convinzione che ce la faremo. Invece quindi di mantenere un certo self control, gli esperti consigliano di dire a noi stessi “ce la faremo, siamo forti, siamo i migliori” oppure “le sfide non ci fanno paura”.

Pomparsi al massimo, quindi, farebbe bene al nostro stato ansioso e l’ottimismo circa il nostro successo non farà altro che agevolare la buona riuscita della prova che stiamo per affrontare. D’altra parte la conclusione cui perviene tale studio non è del tutto nuovo; si tratta infatti della vecchia profezia che si autoadempie, utilizzabile nell’ambito psicologico.

Ovvero se siamo convinti che una cosa andrà bene, il nostro inconscio farà di tutto affinché quella cosa riesca davvero bene. Al contrario se siamo pessimisti, il nostro atteggiamento farà di tutto per conformarsi alle nostre aspettative e quindi la nostra prova avrà esito negativo.

Ecco quindi alcuni metodi efficaci per mantenere sotto controllo l’ansia, senza farsi prendere dall’agitazione, per affrontare in maniera serena ma allo stesso tempo decisa ogni situazione.

Combattere l’ansia con l’alimentazione

Sembra difficile da credere ma vi sono molteplici alimenti che giocano un ruolo chiave contro l’ansia. Stiamo parlando dei casi in cui l’ansia è leggera e gli episodi non sono cosi frequenti.

Molto utili in questo caso sono gli alimenti che contengono triptofano, amminoacido in grado di aumentare i livelli di serotonina. Gli alimenti che lo contengono sono: il cacao, le mandorle, il latte, le noci ed alcune tipologie di pesci.

Vi sono poi anche degli alimenti da evitare in caso si soffra di questo disturbo e tra questi vi è l’alcool, il caffè e altre bevande eccitanti ed il sale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *